Sei in: Avviso di procedura comparativa per il conferimento di un incarico professionale

Avviso di procedura comparativa per il conferimento di un incarico professionale - Scadudo il 04/03/2014

 

Scadudo il 04/03/2014



Dipartimento II - Governance, Progetti eFinanza
Settore IV - Cultura Turismo e Sociale
Area del Sociale



Avviso di procedura comparativa per il conferimento di un incarico per l'attività di verifica amministrativo-contabile, controllo e certificazione della spesa nell'ambito del progetto denominato "P.A.R.I. - Piano Accoglienza, Riabilitazione e Integrazione per richiedenti/titolari di protezione internazionale vulnerabili" 2012/FER/PROG-100431 - Fondo Europeo per i Rifugiati 2008-2013 - Azione 5 - Modulo 2/2012 - CUP H31H12000020006.


La Provincia di Ancona ha partecipato, in qualità di Lead Partner, all'avviso pubblico per la presentazione di progetti finanziati dal Fondo Europeo per i Rifugiati 2008/2013 (AP 2011 e AP 2012), finalizzato alle esigenze delle persone vulnerabili e più specificatamente alle misure volte a migliorare le procedure applicate dagli stati membri per individuare i richiedenti asilo più vulnerabili e fornire una risposta adeguata alle esigenze in questione.

 

Con nota del 05/07/2012 (prot. 101202) il Ministero dell'Interno ha comunicato a questo Ente che la proposta progettuale denominata "P.A.R.I. - Piano Accoglienza, Riabilitazione e Integrazione per richiedenti/titolari di protezione internazionale vulnerabili" PROG-100431 presentata dalla Provincia di Ancona sull'Azione 5, a valere dell'AP 2012, è stata ammessa a finanziamento per complessivi € 369.998,91, di cui € 277.499,18 derivanti da contributo comunitario, € 84.499,73 dal contributo ministeriale, mentre ammonta ad € 8.000,00 il contributo del beneficiario finale, previsto in "kind" tramite quantificazione delle spese del personale dipendente impegnato nel progetto.

 

La Provincia di Ancona è quindi beneficiaria della Convenzione di Sovvenzione numero 2012/FER/PROG-100431, sottoscritta in data 30/8/2013 tra il Ministero dell'Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione - Direzione Centrale dei servizi per l'Immigrazione e l'Asilo, in qualità di Autorità Responsabile del Fondo Europeo per i Rifugiati 2008-2013, e la Provincia di Ancona, in qualità di Beneficiario Capofila, che ha per oggetto la realizzazione del progetto "P.A.R.I." 2012/FER/PROG­100431 -Azione 5 - Modulo 2/2012.

Il progetto ha come obiettivo generale quello di migliorare il sistema di accoglienza, riabilitazione e integrazione dei richiedenti/titolari di protezione internazionale vulnerabili, ed è rivolto a n. 62 destinatari presenti nel territorio marchigiano, con particolare attenzione alla Provincia di Ancona. Sono previste le seguenti attività: 1) Sviluppo della rete territoriale partecipata denominata "Coordinamento Asilo"; 2) Supervisione d'equipe e supervisione-casi secondo l'approccio etnopsichiatrico per l'accompagnamento del lavoro di presa in carico dei destinatari del progetto; 3) Accoglienza di 22 destinatari nei Comuni di Jesi, Ancona e Macerata, ospitati in appartamenti attrezzati in modo da permettere una vita familiare autonoma e seguiti da un equipe multidisciplinare per accompagnarli nel percorso riabilitativo e nel processo di inserimento socio-lavorativo; 4) Programmazione, realizzazione e monitoraggio di percorsi individuali e personalizzati di riabilitazione ed integrazione; 5) Realizzazione del Piano di diffusione e comunicazione (sito web del progetto, laboratori informativi presso le scuole della provincia, disseminazione sul territorio tramite media); 6) Realizzazione del Piano di monitoraggio e valutazione.

 

L'avviso pubblico per la presentazione di progetti a valenza territoriale finanziati a valere del Fondo Europeo per i Rifugiati - azione 5 - annualità 2011-2012 - modulo 1 e 2 - stabilisce al punto 6) (Piano Finanziario) 3° capoverso, che "il budget di ciascuna proposta progettuale dovrà obbligatoriamente prevedere una voce di costo specifica relativa alla certificazione da parte di un revisore indipendente di tutte le spese sostenute". L'obbligo di fare ricorso ad un revisore indipendente è confermato dall'art. 5.4 della convenzione di sovvenzione 2011/FER/PROG-100431 sottoscritta in data 30/8/2013 dal Ministero dell'Interno e la Provincia di Ancona per la realizzazione del progetto in questione, il quale stabilisce che "Al fine di snellire le procedure di controllo gestionale e di prevedere tempi più brevi per l'erogazione dei contributi, questa Autorità ritiene necessario il ricorso ad un revisore indipendente per la certificazione delle spese sostenute".

 

È INDETTA

Una procedura comparativa per il conferimento di un incarico per l'attività di verifica amministrativo­contabile, controllo e certificazione della spesa nell'ambito del progetto denominato "P.A.R.I. -Piano Accoglienza, Riabilitazione e Integrazione per richiedenti/titolari di protezione internazionale vulnerabili" 2012/FER/PROG_100431 - Fondo Europeo per i Rifugiati 2008-2013 - azione 5 -modulo 2/2012, rivolta a liberi professionisti iscritti al Registro dei Revisori Legali istituito presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze in applicazione del D. Lgs. N. 39/2010.

 

Art. 1 -Oggetto dell'incarico e attività da svolgere

L'incarico consiste nello svolgimento di una attività specialistica finalizzata alla verifica amministrativo­contabile, al controllo e alla certificazione della spesa sostenuta nell'ambito del progetto comunitario denominato "P.A.R.I." 2012/FER/PROG_100431 - Fondo Europeo per i Rifugiati 2008-2013 - azione 5 ­modulo 2/2012 (di seguito denominato "progetto P.A.R.I.") che ha come obiettivo generale quello di migliorare il sistema di accoglienza, riabilitazione e integrazione di richiedenti/titolari di protezione internazionale vulnerabili e che è rivolto a n. 62 destinatari presenti nel territorio marchigiano, con particolare attenzione alla Provincia di Ancona.

L'incaricato, in qualità di controllore, dovrà verificare che la spesa sostenuta per il progetto P.A.R.I. rispetti le seguenti condizioni: -eleggibilità dei costi; -rispetto delle condizioni del Programma di cui sopra, della proposta progettuale approvata e della convenzione di sovvenzione stipulata in data 30/8/2013; -corretta registrazione e giustificazione delle fatture e dei pagamenti; -effettiva esecuzione (pregressa o in itinere) delle attività connesse al progetto e delle forniture di beni e di servizi subappaltati; -rispetto delle regole nazionali e comunitarie con particolare riguardo all'informazione ed alla pubblicità, alle procedure pubbliche, alle pari opportunità ed alla protezione dell'ambiente.

L'incaricato dovrà inoltre:

  • validare il contenuto dell'interim assessment e del final assessment sia per la parte delle attività implementate che delle spese sostenute;
  • validare le spese sostenute nel periodo di riferimento;
  • predisporre un report sui controlli realizzati; -firmare una relazione/dichiarazione di validazione delle spese, in cui si dichiara l'uso appropriato dei fondi e la corretta certificazione delle spese rendicontate;
  • fornire supporto tecnico-amministrativo per il rispetto delle normative relative alle procedure di evidenza pubblica e della ammissibilità delle spese nell'ambito del FER.

 

L'incaricato, nel firmare il rapporto di controllo relativo ai periodi suindicati conferma che l'intero importo della spesa è eleggibile. Per averne certezza, deve pertanto controllare il 100% della spesa effettuata. L'incaricato deve altresì verificare che le attività riportate abbiano avuto luogo, e che le consegne delle forniture subappaltate, dei lavori e dei beni siano stati completati o siano in itinere. Verifiche puntuali sono comunque spesso richieste per avere prova sufficiente e per dare un parere ragionevole in merito. L'incaricato è responsabile dei metodi e delle tecniche del controllo, in rispetto agli standard dell'audit nazionale ed internazionale. In particolare, all'incaricato sarà fornito una password e un nome al fine di accedere al sistema di gestione e controllerà le informazioni inserite dai partner. L'incaricato deve confermare se l'ammontare è eleggibile e fare osservazioni riguardo eventuali costi ineleggibili.

 

L'incaricato deve avere dimestichezza con il contenuto dei seguenti documenti per poter assicurare il rispetto di quanto previsto, in particolare:

  • regolamenti e direttive UE (in particolare la decisione n. 573/2007/CE del 23 maggio 2007;
  • la decisione 2008/22/EC del 19.12.2007 modificata con decisione 2001/152/UE del 3.3.2011);
  • ulteriori regole e norme nazionali (ad esempio, normative nazionale sugli appalti e tracciabilità);
  • documenti del Programma e la normativa specifica di riferimento, formulario del progetto approvato, convenzione di sovvenzione, accordo di partenariato, Vademecum per la rendicontazione delle spese FER;

 

Questi documenti rappresentano i requisiti minimi per le verifiche dell'incaricato. I controlli devono essere documentati obbligatoriamente con l'aiuto di una checklist di controllo o di un rapporto di controllo. Le verifiche amministrativo-contabili preliminari dovranno essere svolte avvalendosi di appositi modelli (lettera di trasmissione e verbale di verifica amministrativo-contabile forniti dall'ente beneficiario) che dovranno essere presentati ai fini del rimborso delle spese rendicontate in fase di interim/final dal beneficiario. Tutte le verifiche amministrativo-contabili si svolgeranno presso le sedi dell'Ente capofila e dell'ente gestore del progetto. A seconda delle esigenze dell'Ente capofila del progetto rispetto alle materie oggetto dell'incarico, l'incaricato dovrà garantire la propria disponibilità a partecipare alle riunioni periodiche presso la sede dello stesso. Le relative spese di trasferta saranno a totale carico dell'incaricato. L'incaricato dovrà infine garantire la propria disponibilità a partecipare ad eventuali incontri formativi destinati ai revisori indipendenti organizzati dall'Autorità competente (Ministero dell'Interno). Le relative spese di trasferta saranno a totale carico dell'incaricato.

 

Art. 2 -Durata e compenso dell'incarico

L'incarico di cui al presente avviso avrà decorrenza dalla data di sottoscrizione del contratto fino alla completa realizzazione del progetto P.A.R.I., la cui conclusione è prevista per il 30/06/2014, incluse le attività necessarie alla chiusura amministrativa del progetto P.A.R.I. e ad eventuali proroghe concesse dal programma di finanziamento, che dovranno tuttavia concludersi entro il 30/9/2014. L'incarico si concluderà con l'ultimo controllo di rendicontazione, salvo eventuali richieste di integrazione della reportistica finale da parte dell'Autorità Responsabile e Delegata successive alla data di conclusione del progetto. Il compenso per lo svolgimento dell'incarico in oggetto sarà pari ad € 4.500,00 (inclusi IVA ed eventuali oneri obbligatori per legge). Tale compenso è da ritenersi omnicomprensivo e pertanto nessun'altra somma sarà erogata dall'Amministrazione in relazione all'esecuzione dell'incarico, anche in caso di proroga del progetto.


Art. 3 -Requisiti richiesti e relativi punteggi

Requisiti obbligatori:

  • iscrizione nel Registro dei Revisori Legali istituito presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze in applicazione del D. Lgs. N. 39/2010; Requisiti preferenziali:
  • Esperienza di revisione contabile in progetti finanziati dall'Unione Europea; punteggio assegnato: fino a un massimo di 6 (sei) punti; -Eventuali corsi post-laurea in materie inerenti la revisione contabile di programmi finanziati con fondi europei; punteggio assegnato: fino a un massimo di 2 (due) punti;

 

Art. 4 -Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata utilizzando la modulistica predisposta e allegata al presente bando (allegato Scheda A1). La domanda, debitamente sottoscritta, deve essere inviata entro e non oltre il 04/03/2014 esclusivamente a mezzo raccomandata A.R. al seguente indirizzo.

 

Provincia di Ancona Dipartimento II "Governance, Progetti e Finanza" Dirigente del Settore IV "Cultura, Turismo e sociale" Area del Sociale Via di Passo Varano, 19/A 60100 Ancona

Fa fede la data del timbro postale. Il plico con la domanda dovrà pervenire all'Ente, comunque, entro il termine perentorio del 12/03/2014 in relazione a ciò la Provincia di Ancona non si assume la responsabilità del ritardo o del mancato ricevimento dovuto ad eventuali disservizi postali.

Sull'esterno della busta deve essere riportata la dicitura: "Selezione per l'affidamento di un incarico nell'ambito del Progetto "P.A.R.I." 2012/FER/PROG-100431 - Fondo Europeo per i Rifugiati 2008­2013 - Azione 5 - Modulo 2/2012".

 

La domanda di partecipazione dovrà essere sottoscritta dal professionista e dovrà essere corredata dei seguenti allegati:

  • 1) fotocopia di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore; nel caso in cui il documento non sia in corso di validità, in calce alla fotocopia l'interessato deve dichiarare, con apposita sottoscrizione, che i dati ivi contenuti non hanno subito variazioni dalla data del rilascio, ai sensi dell'art. 45 c. 3 del D.P.R. 445/00;
  • 2) curriculum vitae-professionale datato e sottoscritto dall'interessato, completo dei dati anagrafici, con descrizione dei titoli posseduti e delle esperienze maturate.

Art. 5 -Modalità di selezione

La selezione avverrà attraverso l'esame dei curricula e la predisposizione di una graduatoria sulla base dei punteggi ottenuti, predisposta da apposita Commissione.

 

Art. 6 - Motivi di esclusione

Saranno motivi di esclusione della domanda, senza possibilità di regolarizzazione:

  • l'assenza di firma sulla domanda stessa;
  • la spedizione al di fuori del termine del 04/03/2014 e l'arrivo del plico con la domanda successiva al 12/03/2014;
  • la non osservanza di quanto definito dal presente bando.

 

Art. 7 - Pubblicizzazione

Il presente bando, nonché tutti gli allegati che formano parte integrante del medesimo, sarà pubblicato all'Albo Pretorio della Provincia di Ancona, e reperibile sul sito internet dell'Ente (www.provincia.ancona.it sezione Concorsi, presso l'Ufficio Affari Generali e presso i CIOF della Provincia di Ancona.

 

Art. 8 - Trattamento dei dati personali

Ai sensi dell'articolo 13, comma 1, del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso la Provincia di Ancona, per le finalità di gestione della presente selezione e successivamente trattati per le finalità connesse e strumentali alla stipula e gestione del presente incarico.

Resta impregiudicata la facoltà in capo al Dirigente di non procedere all'assegnazione dell'incarico.

 

Per ulteriori informazioni contattare la Sig.ra Daniela Sandroni d.sandroni@provincia.ancona.it - U.O Cooperazione, Migrazione e Pace ­tel. 071.5894366. Per quanto non specificatamente espresso nel presente avviso si applicano le disposizioni legislative vigenti in materia.

 

Ancona, lì 17/02/2014 

 

La Dirigente Dott.ssa Maria Rita Manzotti 


 
 
 
 
 

 

 

Per l'operatività con il Settore Privato: Tesoreria: UBI Banca Spa | via Menicucci 4/6 | Ag. di Ancona | IBAN IT 04 J 03111 02600 000000004015 | C.C.P. 18058602

Per l'operatività con Enti del Settore Pubblico: Banca d'Italia | Tesoreria dello Stato | Sez. di Ancona | n. Conto di Contabilità Speciale 60537 | IBAN IT61R0100003245330300060537

 

Validatore Validatore