Sei in: Compatibilità geomorfologica

 

In linea di massima sì se la variante non è sostanziale, vale a dire se non comporti variazioni di sedime, significativi incrementi volumetrici, significativi incrementi del carico urbanistico e della classe d’uso delle costruzioni. Presupposto fondamentale è che la variante non interferisca con ambiti di pericolosità geologica del PAI o di altri studi geotematici o comunque noti al Comune.

Esempi in tal senso sono costituiti da una variante al PRG finalizzata al ripristino di un vincolo decaduto (ad es. preordinato all’esproprio) oppure per una variante urbanistica finalizzata all’apposizione di una tutela paesaggistica ambientale.

In questi casi sarà sufficiente produrre una richiesta di conferma del “parere“ anteriore che descriva l’oggetto della variante. Per casi specifici, l’U.O. Pareri Geomorfologici ed Idrogeologici resta a disposizione per chiarimenti.

 
 

 

Per l'operatività con il Settore Privato - Tesoreria:

Unicredit Spa | Piazza Roma | Fil. Ancona

IBAN: IT 14 A 02008 02626 000106285670

Per l'operatività con Enti del Settore Pubblico:

Banca d'Italia | Tesoreria dello Stato | Sez. di Ancona

IBAN: IT 61 R 01000 03245 330300060537

n. Conto di Contabilità Speciale 60537

 
 
Validatore Validatore