Sei in: Limitare il traffico per abbattere le emissioni

Limitare il traffico per abbattere le emissioni

 

ANCONA -Da anni, la Provincia di Ancona si preoccupa di limitare le emissioni di polveri sottili, cercando soluzioni al problema dell'inquinamento da traffico a partire dalle abitudini dei suoi dipendenti incoraggiati a far uso del car pooling.

 

"Insieme a molti Comuni e Province, - dichiara l'assessore all'ambiente Marcello Mariani , -  abbiamo condiviso l'accordo regionale sui provvedimenti per l'abbattimento della concentrazione di polveri sottili.  Ma riteniamo che in futuro, azioni di questo tipo debbano comprendere l'incentivazione a condividere l'uso dell'automobile, come previsto già da molte città italiane".

 

In seguito ai recenti episodi di sforamento registrati dalla centralina di Senigallia, l'assessore Mariani propone anche al Comune una pratica di condivisione dell'auto e di programmazione degli spostamenti.

"Aspettiamo di vedere che effetto avranno i blocchi del traffico concordati con la Regione, - prosegue, - anche se noi siamo convinti da tempo che una soluzione alternativa possa essere l'auto condivisa. Condividere un'auto in tre persone abbatterebbe di due terzi l'inquinamento da traffico".

 

Nonostante la competenza del monitoraggio delle centraline sia passata dallo scorso ottobre alla Regione, è ancora la Provincia di Ancona a farsi carico, di fatto, della rilevazione dei dati. "Aspettiamo che la Regione - conclude Marcello Mariani, - prenda in mano la gestione delle 17 centraline della Provincia di Ancona, che da sole superano il numero totale delle centraline di tutte le altre Province. Una rete regionale che probabilmente, alla luce della normativa europea così come recepita dal D.L. 155 del 2010, subirà un forte ridimensionamento, considerato il fatto che non si prevedono più misurazioni da traffico ma da fondo".


Ancona, 11 gennaio 2010


Maria Manganaro

 
 

 

Per l'operatività con il Settore Privato - Tesoreria:

Unicredit Spa | Piazza Roma | Fil. Ancona

IBAN: IT 14 A 02008 02626 000106285670

C.C.P. 18058602

Per l'operatività con Enti del Settore Pubblico:

Banca d'Italia | Tesoreria dello Stato | Sez. di Ancona

IBAN: IT 61 R 01000 03245 330300060537

n. Conto di Contabilità Speciale 60537

 
 
Validatore Validatore