Sei in: Il tartufo come leva di promozione turistica

Il tartufo come leva di promozione economica e turistica

 
ANCONA - Promuovere il brand Marche attraverso il tartufo. È l'obiettivo del convegno dal titolo Il tartufo, una risorsa per il territorio, organizzato dalla Provincia di Ancona in collaborazione con l'Acli Ripalta, la Regione Marche, il Comune di Arcevia e la Comunità montana Esino Frasassi che si svolgerà sabato prossimo al teatro Misa di Arcevia.

È solo l'ultima delle iniziative messe in campo dalla Provincia per far scoprire le potenzialità economiche delle innumerevoli eccellenze che caratterizzano le aree interne e montane del nostro territorio. Anche di quelle meno conosciute come il tartufo:


"Negli ultimi anni - spiega il vicepresidente Giancarlo Sagramola - è cresciuta l'attenzione degli enti locali sulle risorse enogastronomiche come volani di economia e tutela del paesaggio. E di pari passo sono cresciuti gli investimenti e la ricerca di nuovi filoni da valorizzare per contribuire alla crescita ecosostenibile del territorio. In quest'ultima direzione va il convegno di sabato, perché il tartufo può diventare una delle leve di promozione economica e turistica della nostra provincia".

E in effetti, secondo le statistiche ufficiali, aumentano i cercatori del prezioso fungo ipogeo presente nell'entroterra anconetano e aumenta il numero coloro che investono sulle tartufaie artificiali. Si consolidano, inoltre, anche appuntamenti a tema come la "Festa del Tartufo nero d'estate" che, sempre a Ripalta, seguirà di una settimana il convegno.

Ricco il programma degli interventi che vedrà alternarsi amministratori, esperti e rappresentati delle associazioni. Tra i contributi da segnalare quelli di Gianluigi Gregori del Centro di Tartuficoltura di Sant'Angelo in Vado, Umberto Bernardini della Federazione Italiana Tartuficoltori Associati, Alberto Mandozzi dell'Associazione Tartufai Monti Sibillini e Gianfranco Romanazzi della Facoltà di Agraria dell'Università Politecnica delle Marche. Dopo il dibattito, i lavori saranno conclusi dal vicepresidente della Provincia di Ancona Giancarlo Sagramola.

Ancona, 26 luglio 2011

Ufficio stampa della Provincia di Ancona

Simone Massacesi


 
 
 
 
 

 

 

Per l'operatività con il Settore Privato: Tesoreria: UBI Banca Spa | via Menicucci 4/6 | Ag. di Ancona | IBAN IT 04 J 03111 02600 000000004015 | C.C.P. 18058602

Per l'operatività con Enti del Settore Pubblico: Banca d'Italia | Tesoreria dello Stato | Sez. di Ancona | n. Conto di Contabilità Speciale 60537 | IBAN IT61R0100003245330300060537

 

Validatore Validatore