Sei in: Corridoio Adriatico-Baltico, la Provincia di Ancona: "Tracciato strategico per vera libera concorrenza"

Corridoio Adriatico-Baltico, la Provincia di Ancona: "Tracciato strategico per vera libera concorrenza"

 
ANCONA - "Condividiamo pienamente le parole del governatore Spacca e siamo pronti a fare la nostra parte affinché il corridoio Adriatico-Baltico venga esteso alle Marche e alle regioni del sud Italia".

Così l'assessore alle Infrastrutture della grande viabilità della Provincia di Ancona Antonio Gitto sulle richieste avanzate dal presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca a Bruxelles, durante i lavori della commissione consultiva congiunta sulle relazioni con la Croazia.

"Del resto - prosegue Gitto - da tempo la Provincia sostiene la necessità di un impegno istituzionale comune a sostegno di questa proposta. Il corridoio Adriatico-Baltico, infatti, non rappresenta solo un tracciato strategico per il tessuto produttivo della nostra regione verso i mercati est europei, ma anche un catalizzatore di nuove risorse per il collegamento della nostra Regione alle aree del nord Italia con l'Alta velocità. La costituenda Macroregione Adriatico-Ionica non può nascere con handicap infrastrutturali che danneggerebbero lo sviluppo di una vera libera concorrenza".

Ancona, 11 novembre 2011

Ufficio stampa della Provincia di Ancona
Simone Massacesi

 
 
 
 
 

 

Per l'operatività con il Settore Privato - Tesoreria:

Intesa Sanpaolo Spa | Corso Stamira, 2 | Ag. di Ancona

IBAN: IT 88 W 03069 02609 100000300042

C.C.P. 18058602

Per l'operatività con Enti del Settore Pubblico:

Banca d'Italia | Tesoreria dello Stato | Sez. di Ancona

IBAN: IT 61 R 01000 03245 330300060537

n. Conto di Contabilità Speciale 60537

 
 
Validatore Validatore