Lavoro, formazione e professionalità per un mercato in evoluzione

 

Indagine Unioncamere, la Provincia di Ancona: "Costruire i presupposti formativi e professionali necessari a un mercato del lavoro in continua evoluzione"

ANCONA - "I risultati dell'indagine Excelsior, che indicano una certa difficoltà nel reperire alcune figure professionali ricercate dalle imprese della nostra Regione, sollevano un problema vero ma dipingono anche uno scenario non sempre congruente con la realtà dei dati in possesso dei nostri centri per l'impiego".

Così l'assessore alla Formazione professionale della Provincia di Ancona Maurizio Quercetti, sui dati presentati da Unioncamere inerenti la disponibilità di figure professionali idonee al tessuto produttivo marchigiano.

"È sicuramente vero - afferma l'assessore - che alcune professionalità sono difficilmente reperibili. Tuttavia, per quanto riguarda la ricerca di figure professionali relativamente ai settori della meccanica e del tessile, voglio far presente che soltanto nel Centro per l'impiego di Jesi, che copre una comunità di appena 50 mila persone, sono disponibili nelle liste dei disoccupati ben 80 operai specializzati per la meccanica e 76 per il tessile. Nello stesso centro sono disponibili 4 cavatori/marmisti e 4 ebanisti, figure che secondo la Unioncamere sarebbero addirittura introvabili".

"Il problema vero - spiega Quercetti - è oggi costruire i presupposti formativi e professionali necessari a un mercato del lavoro in continua evoluzione e specializzazione. In poche parole, è indispensabile che le competenze professionali dei tanti giovani o disoccupati iscritti nelle nostre liste coincidano con le effettive esigenze delle singole imprese. E' un compito che ci riguarda tutti: soggetti pubblici, parti sociali, mondo delle imprese. Occorre, soprattutto in una situazione critica come quella attuale, un effettivo salto di qualità. Su queste carenze la Provincia di Ancona cerca di fare la sua parte: stiamo intervenendo con la programmazione del Fondo sociale europeo relativamente al biennio 2008-2009 e proprio per orientare al meglio le vaste attività formative che ci competono, stiamo in questa fase effettuando un rilevamento organico dei fabbisogni nel territorio al fine di costruire percorsi formativi adeguati alle esigenze delle imprese coinvolgendo tutte le soggettività interessate".

Proprio al fine di definire le azioni formative più necessarie e urgenti è a disposizione delle associazioni datoriali e delle imprese una scheda-questionario sul sito della Provincia di Ancona www.istruzioneformazionelavoro.it"


Ancona, 20 agosto 2008