Trasporti, la Provincia incontra i sindacati e l'Atma

 
L'assessore Carla Virili
ANCONA - Due tavoli di lavoro sul trasporto pubblico: uno tecnico tra i sindacati e l'Atma sulla contrattazione e uno provinciale tra Provincia di Ancona, ferrovie, Atma, sindacati e consumatori. È quanto emerso dall'incontro di questa mattina fra le organizzazioni sindacali (Uil Trasporti Marche, Filt-Cgil Marche, Fit-Cisl Marche), l'Azienda trasporti e mobilità di Ancona, l'assessore provinciale ai Trasporti Carla Virili e il direttore provinciale del dipartimento Governo del territorio Roberto Renzi.


I sindacati hanno espresso una posizione comune per il riequilibrio dei corrispettivi al chilometro per le aziende che effettuano il trasporto pubblico. Mentre il presidente dell'Atma ha chiesto alla Regione Marche di erogare le "risorse aggiuntive esistenti, pari a circa 21 milioni di euro, come previsto".


Dal canto suo, l'assessore Virili ha sottolineato l'importanza per la Provincia di Ancona di istituire il tavolo del trasporto, al quale saranno chiamati a partecipare Atma, ferrovie, organizzazioni sindacali e associazioni dei consumatori. "In questo senso - ha detto Carla Virili - la Provincia è intenzionata a lavorare, anche in relazione al nuovo piano regionale, per una revisione del piano di bacino, per procedere a una razionalizzazione del servizio, che permetta una maggiore efficienza, a beneficio soprattutto dei cittadini".


Condivisa da tutti la preoccupazione per il caro-gasolio, che, come ha spiegato il direttore dell'Atma Alfredo Fratalocchi, "incide per circa 1 milione e 200 mila euro all'anno. Una situazione diventata ormai insostenibile per le aziende".