La presidente: "Adesso ci auguriamo che il ministero e l'Anas si facciano garanti della prosecuzione dell'opera fino al completamento"

 

ANCONA - Con soddisfazione è stata accolta la notizia, confermata dalle prime segnalazioni di cantiere, dell'inizio del primo intervento stralcio sulla strada statale n. 16 tra Falconara Marittima e Torrette di Ancona.

I lavori consistono in una primissima trance del ben più consistente intervento di ampliamento a quattro corsie della variante da Falconara fino alla Baraccola di Ancona. Il progetto complessivo ha visto impegnata per lungo tempo la Provincia di Ancona nella conduzione dell'iter, che, dalla positiva conclusione della valutazione di impatto ambientale presso il Ministero dell'Ambiente, ai diversi pronunciamenti di Anas e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, si è concluso con la consegna del progetto alla Direzione Anas per le successive fasi di finanziamento ed appalto.

Le opere in corso di avvio sono oggetto di un finanziamento di 5,6 milioni di euro messo a disposizione dalla Regione Marche a cui va rivolto l'apprezzamento per la rilevanza che ha ritenuto di dover attribuire all'opera ed il carattere prioritario che ha voluto sottolineare indirizzando allo scopo un primo concreto investimento. L'attuale intervento vedrà in particolare interessati due viadotti nella zona Barcaglione, il cui adeguamento è propedeutico al successivo allargamento dell'asse stradale.


"Adesso, l''auspicio della Provincia e di tutto il territorio - afferma la presidente Patrizia Casagrande, - è che il Ministero e l'Anas si facciano garanti della prosecuzione dell'opera fino al completamento, realizzando un'infrastruttura fondamentale e strategica per il capoluogo ed il porto, per la provincia e l'intera Regione Marche. Se la prosecuzione non fosse garantita, anche l'intervento in corso sarebbe vanificato". 



Ancona, 14 maggio 2009